Educazione Rispettosa e Genitorialità

DOCENTE: Rosicler Ramirez

Educazione Rispettosa e Genitorialità: Nuova proposta formativa per adulti empatici.

DURATA: 5 incontri della durata di 2 ore, dalle 19 alle 21, una volta a settimana

OBIETTIVI: Questo corso ha la finalità di diffondere i principi essenziali di quella che viene definita educazione empatica e rispettosa. In ogni incontro conosceremo come relazionarci con i nostri figli/bambini nel rispetto dei loro bisogni, dei loro ritmi e interessi, salvaguardando la loro unicità e confidando nella loro capacità di imparare.
Scopriremo come renderli responsabili del loro processo decisionale, permettendo in sicurezza di esplorare il mondo e vivere le conseguenze delle loro azioni, senza punizioni o premi imposti esternamente, con uno sguardo di accettazione e di amore incondizionato verso il proprio essere così com’è, imparando a non proiettare emozioni, aspettative e giudizii della mente adulta, dando così la possibilità di educare futuri adulti più empatici e rispettosi. 

Con la conoscenza di queste basi potremmo arricchire e rafforzare il vincolo con nostri figli permettendo un rapporto sereno e durevole nel tempo.

(E’ prevista la presentazione teorica a cui seguirà un momento di discussione e confronto su domande e questioni dei partecipanti)

1 – L’ A.B.C dell’Educazione Rispettosa
  • Conoscere la differenza tra il nostro pensiero e quello dei nostri figli/bambini
  • Conoscere le tappe evolutive
  • L’importanza di un’educazione empatica e rispettosa
2 – Educare con le emozioni
  • L’importanza dell’intelligenza emotiva
  • La funzione delle emozioni
  • I grandi gruppi di emozioni e come aiutare i nostri figli/bambini a sviluppare un’intelligenza emozionale
3 – I Limiti, l’autorità e l’ubbidienza da un punto di vista rispettoso
  • I limiti: meglio pochi ma buoni
  • Come esercitare la nostra autorità in maniera rispettosa
  • Come aiutare a sviluppare il criterio proprio dei nostri figli/bambini
4 – Premi e punizioni: perché non funzionano
  • Le conseguenze dell’uso dei premi
  • Perché le punizioni non hanno mai funzionato
    Come educare senza premi e punizioni
5 – Disciplina e comunicazione rispettosa
  • Strumenti per una comunicazione efficace
  • Comunicazione bidirezionale
  • La disciplina positiva

 

BIO DOCENTE:  

Nata in Venezuela, laureata in Odontoiatria, specializzata in Odontopediatria presso l’Università di Carabobo (Venezuela).

Counselor in Psicobiologia delle emozioni diplomata presso UNI.PSI Torino. Madre, ricercatrice indipendente sull’educazione empatica e rispettosa.

Divulgatrice delle nuove tematiche sull’educazione amorevole, maternità, paternità, diritti dei bambini e il rapporto genitori-figli. Parte attiva del movimento “Prohibido Castigar” (Mexico).

Sostenitrice del movimento “Gestionando Hijos” (Spagna). Ideatrice del Movimento Nuova Educazione (Italia). Educatrice di sostegno. Vicepresidente di ArteVita ASDCPS.

Consulente Genitoriale per la Fondazione “Un grano de arena” (Venezuela)

Consulente Genitoriale per lo sportello dell’Associazione ArteVita (Carpi).

Nel mio percorso di Psicobiologia ho scoperto che abbiamo perso la connessione con i nostri istinti e abbiamo “denaturato” l’educazione; siamo gli unici mammiferi che “castigano” la propria prole con la convinzione che è per il loro bene, che è parte dell’educazione. In realtà come specie “pensante” facciamo quello che abbiamo assimilato da generazioni ripetendo ciecamente i metodi autoritari, con dosi di violenza socialmente “naturalizzate” accettate nel nostro rapporto con i bambini.

SEI INTERESSATO A QUESTO CORSO?

Compila il form sottostante e riceverai tutte le informazioni!